Prossima partenza 2017!

Le tappe della prossima partenza: Milano - New York - Los Angeles - Hawaii - Tokyo - Bangkok - Sydney - Ayers Rock - Johannesburg - Mauritius - Milano. Che il sogno abbia inizio!

Los Angeles - Kona (Hawaii ) 18-19 luglio - 9 ore rispetto all'Italia

Secondo giorno a Los Angeles, niente auto a noleggio, usciamo dall'hotel e prendiamo il bus numero 232 per Long Beach. Quasi un'ora di gelo per aria condizionata a manetta, come al solito, ed eccoci finalmente alla meta. Nel frattempo ci arriva un sms da Ilenia... le due pazze ( Ilenia e Lara ) prenderanno un volo da NY nel pomeriggio per un week end a Los Angeles, naturalmente le ospiteremo nella nostra camera ( erano uno scherzo le americane in camera zia!!).



Long Beach carina, porto, acquario, giro in battello per avvistamento di foche, 45 minuti 10 dollari, si prende davanti al porto vicino all'acquario. Si sta organizzando un evento tra esaltati, in un prato sono parcheggiate auto gigantesche e motoscafi della stessa taglia. Finalmente un'americanata nel vero senso della parola! Matteo mi sta tartassando da due giorni che ha perso il caricabatterie della macchina fotografica e deve ricomprarlo perché
ha un'autonomia di sole 600 foto ( seicento!!!) . Ma per lui che fotografa anche i sassi, sono poche. Chiediamo ad un ufficio informazioni che ci indica la strada. Dopo 20 minuti di metro e una buona mezz'ora di cammino sotto un solo cocente mentre maledico in silenzio il cugino , arriviamo finalmente dal rivenditore Kanon che ha, grazie al cielo, il pezzo cercato. Rientriamo in bus all'hotel divertiti da un'autista estroverso che parla ad alta voce, saluta i passanti e scherza con i passeggeri. Nello stesso istante in cui scendiamo dal bus ci arriva un messaggio da Ilenia. Sono arrivate. Doccia rapida, in dieci minuti arrivano anche le pulzelle utilizzando la comoda navetta gratuita e, con uno stratagemma, entrano nella nostra stanza senza essere notate. Lara è superattiva, vuole vedere la città, uscire ( sono le 20!!!), la accontentiamo anche se siamo stracotti per l'intensa giornata trascorsa in giro. Per fortuna bastano dieci minuti di cammino in una serata particolarmente fresca per farle cambiare idea. Champagne!! Ceniamo felici in un locale di fianco all'hotel e rientriamo per la notte. Da buoni cavalieri quali siamo, io e Matteo ci teniamo stretti i nostri materassi mentre a Lara cediamo un divano letto e, ad Ilenia, tocca una “panca” semirigida che rendiamo morbida imbottendola di piumoni. Sistemazione più che decorosa direi. Il morale è buono domattina giornata di mare!

19 Luglio

Sveglia all'alba, di nuovo Lara superattiva vuole spaccare il mondo alle 6,45. La odio per una buona mezz'ora ma è da capire, per lei si tratta di un week end a Los Angeles, deve fare e vedere tutto in fretta!
Colazione da Starbucks e via verso il loro hotel ( noi abbiamo il check out oggi, trasferiamo il nostro bagaglio da loro per poi partire per le Hawaii alle 17,45). Lasciamo quindi tutto al Radisson e prendiamo l'autobus, linea 3 per Santa Monica. Il sole fatica ad uscire sino a mezzogiorno quando, sulla spiaggia, inizia a fare caldo. Io, Ilenia e Matteo ci tuffiamo nel Pacifico, a seguire un paio di chilometri di corsa sulla spiaggia e rientro da Lara che è rimasta a vigilare sulle nostre cose.

Un gruppo di delfini passa a qualche decina di metri dalla spiaggia e con questa piacevole sorpresa salutiamo Santa Monica, Los Angeles, Ilenia e Lara, che restano anche domani. Cerchiamo di convincerle a proseguire il viaggio con noi per le Hawaii ma nulla, la tentazione è forte ma non quanto la spesa per il volo ( 900 dollari ).

Questa volta il nostro volo American Airlines è in orario, ora scrivo questo post guardando ogni tanto dal finestrino un oceano coperta da intense nubi.


Considerazioni su Los Angeles.

Città sterminata, a parte downtown dove i soliti grattacieli dominano l'orizzonte, per la maggior parte case basse ed architettura povera. Moltissimi ispanici, diversa gente perlomeno strana. A parte Santa Monica ed alcune altre belle spiagge alla baywatch, non vale la pena visitarla per più di qualche giorno. Abbiamo saltato la visita agli Universal Studios su consiglio dei nostri nuovi amici sposini incontrati qui. Dicono che è per bambini, nulla di particolarmente interessante. Beverly Hills e Hollywood, visti ma nulla di che.

Location: fuori dall'aeroporto ci sono molti hotel che sono raggiunti da frequenti navette gratuite, fornite dalle strutture stesse. La città è ben collegata con i mezzi pubblici quindi è una scelta non obbligata noleggiare un'auto. Il bus numero 232 ( 1,25 dollari, non da resto ) arriva fino a Long Beach, il numero 3 ( 75 centesimi ) raggiunge Santa Monica. Hotel Hacienda e Radisson sono un'ottima scelta per la visita della città.

Baci e Abbracci, Hawaii arriviamooo!

4 commenti:

Fabri ha detto...

Bravi ragazzi, continuate così mi piace un sacco leggere il blog...

Ah e fatemi gli auguri che è il mio compleanno ;)

Neway ha detto...

Auguri!!!! Ti abbiamo proposto di autoregalarti un viaggio in Giappone ma non ne hai voluto sapere... ;-)

Fabri ha detto...

Eccazzo regalatemelo voi ;)

Anonimo ha detto...

siamo le due pazze che, dal bryant park di ny, stanno leggendo il blog e ridendo tantissimo. tutto vero...soprattutto che non siete stati cavalieri :-) e comunque lara è sempre superattiva, sarà l'aria dell'america! sarebbe stato bello seguirvi...comunque aspettiamo ancora di vedere le hawaii dalla webcam!!! baciiii e fatevi vivi!